Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2010

Courtship Date

Un saluto ai miei affezionati lettori.Iniziamo subito.

Siccome ho un pò di cose da dire,dedicherò a Lost solo un paio di parole: con la puntata di ieri Happily Ever After mi sa che abbiamo raggiunto finalmente il punto di svolta,le prossime ed ultime 5 puntate se non sono con il botto faccio causa a Abrams,Lindelof e Cuse.Forza Desmond.
Ma veniamo a noi.Settimana scorsa sono tornato di nuovo a Lecce,come al solito una partenza improvvisa.
Mercoledì: dopo aver visto Lost,parto con lo stesso treno dell’altra volta,con l’unica differenza che il vagone risaliva ai tempi del Far West,con me avevo due bottiglie di vino rosso che viaggiavano in cladestinità invece dei taralli e ho scambiato due chiacchiere con una tizia dai capelli rossi,una gran gnocca che é poi scesa a Manduria mi sa.Non mi ricordo manco più come si chiama,vabbè.Una volta arrivato a Lecce (Arkansas) dopo ore e ore di viaggio,prendo il bus e raggiungo la casa di Marika e Chiara,che poi andrà a recuparare in stazione Natalie la lettone,ossia la suora in licenza che hanno ospitato.Che poi,era pure un cesso di proporzioni epiche,vedi tu la sfiga.Si é rischiato il suicidio di massa dopo che ha voluto PER FORZA farci vedere tutte e dico TUTTE le foto dei suoi vari viaggi,un cifra di immagini stimate più o meno tra le 100000000000 e più infinito.Dopo che faccio segno a Marika di prenderle il collo e di spezzarlo,finalmente si decide a non romperci più le palle con le foto però passa ai video.Ragazzi cari,la vita là dev’essere davvero una gran rottura di palle se il massimo del divertimento é mangiare barrette di cioccolato con forchetta e coltello o andare a tempo battendo dei cucchiai di legno.Passato il momento di tristezza,finalmente si decide di dimenticare al più presto il tutto cenando con pizza (che sarebbe stata poi l’unica cosa che ho mangiato per tutti i due giorni,ma ancora non lo sapevo) condita con vino e la mitica birra PORETTI,probabilmente il fratello della birra Moretti e cugino della birra Morena.Comunque era davvero buona,poco meno di 7 gradi.Tracannando e mangiando la lettone viene via via ignorata,si decide di uscire intorno mezzanotte per Lecce portando una delle mie bottiglie di vino.Credo che siamo rientrati un paio di ore dopo,e si chiude la serata bevendo un bicchiere di grappa risalente al 1700.
Giovedì: in mattinata mentre sono sotto la doccia parte il momento filosofico,ossia: rivoglio i miei 15 anni.Non tanto per i soliti motivi ovvi (anni in meno,andavo a scuola,non facevo un cazzo.Ok,sta cosa non é cambiata negli anni) ma per il fatto che mi bastavano giusto 2-3 birre per beccarmi una sbronza atroce e non spendevo un cazzo.Ora invece é tutto più difficile.Con queste considerazioni mi preparo,colazione e molliamo la lettone a un amico di Chiara che le farà visitare Lecce e dintorni.Rientriamo felici a casa e pranziamo con la pizza avanzata della sera prima (ancora pizza). Nel pomeriggio parte un mega gelato e passeggiata al parco,dove ammiro i famosi ANZIANI che io sto tanto amando su facebook,in particolare ho ammirato quelli che vanno al parco e fissano il vuoto senza parlare tra loro,bellissimi.Si rientra e salutiamo Marika che lasciava la casa leccese per una parigina.A propositò,Pintò: quest momentò in fransè c’est pur tuà.In serata rientra la lettone,che prima esige una tazza di tè,poi un piatto di pasta per poi dire "No ma io ora dev uscir,datem un pò di alcul",divora in 3 secondi netti il piatto,beve tutto in un sorso un bicchiere di vino e se ne va,sostenendo che "Dev dar una còs a un amic" sventolando un pacchetto regalo.Secondo me,oltre quello la tizia voleva dare anche altro.Poveretto.Noi nel frattempo ci tracanniamo in due l’ultima bottiglia di vino,usciamo e ci incontriamo con la tizia che alle 9 decide di rientrare a casa a DORMIRE (io ho smesso di andare a letto a quell’ora in 4a elementare,fate voi) mentre noi andiamo in PIZZERIA (terza pizza) per sentire un gruppo e tracannare una mega heineken alla spina.Dopodichè andiamo in un altro locale che faceva un dj set di musica rock e parte un’altra onestissima birrozza.Si chiude poi in un bar dove con Walter dividiamo due oneste Dreghèr da 66 in tre.
Venerdì: mi alzo tardissimo (12.30 ndr.) e saluto la mia intenzione di prendere cornetti per tutti.Verso le 13.30 arriva Natalie che mi fa: 
Lettone: Oh ma sent per cas sai che i neguz sono apert oppur fanno CSI? (da leggere SI ES AI)
Io: … EEEEEH?
L: Zì i neguz sono aprt o fanno csi?
I: Uè csi dici?
L: Zì!
I: Ah. (spunta un interrogativo enorme sulla mia faccia) Ma guarda che csi sta stasera,mica mò.
L: Nuooo i neguz son apiert o chiùs?
I: (ho l’illuminazione) Aaaah ma vuoi sapere se sono aperti o no!
L: Zì!
I: Aaaah,comunque no,penso che siano già chiusi. Quindi CSI era SIESTA,no?
L: Zì zì, CSI!
I: Appò.
La tizia se ne va comunque alla ricerca di un negozio.Io faccio a Chiara:
I: Oh Chià mi sa che la tizia é uscita.
C: E dove cazzo é andata?!
I: Alla ricerca di un negozio aperto.
C: Ma questa é scema.
La tizia poi se ne va prendendo le chiavi di casa,rientra e si scorda come aprire il portone,rischiando di tappare in casa me e Chiara.Non si poteva neanche bestemmiare più di tanto visto che era credente,cioè sta tizia era un pacco in tutti i sensi.Comunque sia,pranziamo con pasta (anche se io volevo chiudere con la pizza,mi sembrava un gesto coerente) e via in stazione.Io ho la sfiga di portare il trolley della tizia,l unico al mondo che si accappottava anche su tratti di strada TOTALMENTE PIANI E LISCI.Una volta si accappotta,parte un sacrosanto "I murt" e tiro un calcio alla valigia,con il dubbio che la tizia mi abbia visto ma sti gran cazzi.Molliamo poi nel suo vagone la lettone,che ci parla e ringrazia ma noi la ignoriamo,le diamo le spalle e via alla velocità della luce.Rientriamo poi a casa in tutta felicità con la consapevolezza che non la vedremo mai più.
Passiamo poi a Pasquetta,tutti alla casa estiva di Fedone.Miei cari,una giornata che verrà ricordata come quella delle 10 ORE NON STOP DI CARNE ARROSTO E BIRRA A FIUMI.Cibo presente:
-2 miei calzoni di carne
-2 ruote di focaccia dal forno
-2 ruote di focaccia,un maxi pacco di taralli e cioccolata fondente portate da Leo
-un calzone di cipolla e due teglie di pasta al forno portate da Ivano
-3 teglie di melanzane,peperoni e zucchine sott olio portate da Vanni
-un pezzo di pecorino,che non guasta mai
-ciambella e torta di fragole portate da Tania
-il set da aperitivo (arachidi,mexican rice,ecc) che non può mancare
-e TONNELLATE di carne.
Ore 12.30 parte la prima tornata di arrosto,si inizia con la fettina di brontosauro (un 30 cm di lunghezza e almeno 3-4 di spessore,una bomba),un sacrosanto giro di zampina™  dolce e piccante e si divorano pezzi di calzone e focaccia.Intorno le 4 parte un altro giro di carne arrosto.Verso le 5 si decide di fare due passi ma arriva subito la nuvola di Fantozzi,il diluvio universale.Ci richiudiamo in casa dove parte il set da aperitivo e il sottoscritto si butta sull’accoppiata cioccolato fondente e Dreher.Il pomeriggio passa tra birra a fiumi e la sera ultima tornata di carne con messicani,fegatini,involtini,salsiccia di maiale,costolette di agnello e chi più ne ha più ne metta.Alle ore 22.45 circa si decide finalmente di chiudere bottega,stimando che abbiamo finito tra l’80 e il 90%  delle cose comprate e bevuto 44 delle 49 birre comprate e 3 bottiglie di vino bianco.Eravamo in 7,se qualcuno ha fatto più di noi lo dica,ha tutta la mia stima.
Meh oh può bastare per oggi no?
Statemi bene.

Read Full Post »