Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2011

Mbah

LLLLLo so,dovrei aggiornare più spesso,o comunque avrei dovuto farlo già da tempo.

Uagnù,non ho tempo.

Mi é venuta voglia oggi sabato 30 aprile -cioè tipo dopo un mese esatto dal mio ultimo post- ,che qui a RRRRome c’é un atrocissimo tempo di mierda.Speriamo domani ci sia bel tempo và.No mica per il concertone a S.Giovanni,domani tutti alla beatificazione di Wojtyla.

Per il resto,che dire di questo mese.Direi niente di particolare,il tempo passa atrocemente e olè.Tra situazioni atroci e assurde,persone che deludono,altre che ti sono vicine,altre che non si fanno i cazzi loro,altre che menomale che ci sono,andiamo avanti e per fortuna anche io faccio lo stesso.

Tuttavia non voglio parlare di ste cose,cambiamo discorso e andiamo a raccontare il mio ultimo weekend,ossia 5 giorni in patria.

Giovedì 21 : sveglia alle 6,colazione,ricontrollo la valigia e si corre alla stazione Tiburtina,alle 7.10 sono lì,faccio chiacchiere con gente varia che scendeva giù (tra cui due tizie di Alberobello che molto probabilmente non vedrò mai più) e si parte,7 terrificanti ore di viaggio trascorse ad ascoltare musica,leggere Compagno di sbronze del buon Charles B. prestato dal mio collega Mario e a vedere qualche telefilm sul mio pc.Arrivo verso le 14.15 in patria,si vola a casa dove mi attendono mirabili distese di teglie strapiene di PANZEROTTI e io a momenti svenivo.Pomeriggio passato beatamente a non fare un cazzo come i bei tempi,in serata i miei si lanciano e preparano la pizza ,dopodichè esco e mi vedo con gli altri,serata tranzolla passata un po’ in giro,chiacchiere chiacchiere chiacchiere -e mi mancava tanto.

Venerdì 22 : mi sveglio allegramente alle 11,mi doccio,cazzeggio,cazzeggio,cazzeggio -quanto mi mancava-, verso le 18.30 mi vedo con Pintò,si vola a Castellana Grotte (Texas) dove ci incontriamo con Chià.Quanto mi mancavano le uscite con Chiara non si sa.Poi ci raggiunge Ivano,andiamo a farci un aperitivo (negroni),chiacchiere,le salutiamo,torniamo a Putignano,secondo aperitivo al Fleur (negroni),chiacchiere,andiamo al Bar Roma,terzo aperitivo (americano),ci raggiunge Fede e andiamo a cenare a Cicirinella (vino bianco),onestissima cena a base di pesce.Amabili quelli fritti e io su tutto e tutti.

Sabato 23 : mi sveglio di nuovo in tutta calma,vado a pranzo a casa di mia nonna dove mi attende quella gran gnocca di mia cugina,un annetto e mezzo ma già apprezza le cose belle della vita -cioè me ndr. – e siamo stati tutto il pomeriggio a giocare.Dopodichè esco,decido di andare a salutare il mio ex datore di lavoro,il cui padre appena mi vede la prima cosa che mi dice é stata “Apperò,siamo ingrassati eh” e io ” D: “. Piccola parentesi :non me la voglio cantar da solo,visto che lo scorso anno a lavoro non ho davvero fatto niente di che,io che di solito odio la gente in generale,dico che per me é tutta ingrata no? beh,mi ha fatto un effetto strano incontrare parecchia gente che mi fermava,si ricordava di me e mi chiedeva ” Oì,é da tanto che non ti vedo,ma quand’è che torni da Saverio?” . Cioè,non ho fatto quasi un cazzo ma la gente si ricorda ed é riconoscente,boh sarò io che da asociale ste cose mi stupiscono enormemente e magari é solo routine,però mi ha fatto un effetto strano.In serata poi cena a casa (focaccia **,ndr.) poi Fede mi passa a prendere verso le 23 e si vola a Monopoli dove ci aspettano Ivanino e Vanni,serata abbastanza tranzolla.Colazione verso le 3 credo al bar pace in località Noci (Wisconsin),ossia onesto panino da 7,80 kg al salame.

Pasqua,amen : tipica giornata e pranzo con il parentado,pomeriggio di relax,in serata mi becco con gli altri al Giglionero,dove praticamente li saluto.Quest’anno purtroppo niente pasquetta alcoolica e distruttiva con loro perchè il giorno dopo rientravo qua.Presa a male enorme poichè non mi andava proprio di andarmene e salutarli.

Pasquetta,meh : giornata con il parentado,passato tutto il giorno con mia cugina (che tra l’altro non me la ricordavo mica così vivace,vabbè) poi in serata mi tocca fare la valigia.Giuro che ho passato sti giorni pensando “però se non faccio davvero niente mi annoio,quindi il tempo non passa,quindi mi sembrerà di stare di più qui” invece il cazzo sono volati lo stesso.Giuro che mi manca un po’,quella sensazione di sicurezza che l’aria di paese può dare.Però giusto un po’ eh,non tanto.

Martedì 26 : sveglia alle 6.30,il bus arriva alle 7.40 e mortacci era già strapieno,invece di arrivare alle 14 causa traffico immane di auto nei pressi di Roma arrivo solamente alle 15.45,ressa per prendere la valigia,prendo i mezzi e finalmente alle 16.30 I’m home.Mai più viaggi con la Marozzi,mamm.

Infatti il giorno stesso decido di prendere il biglietto aereo per il weekend del 2 giugno (che ricordo,é festa nazionale causa mio compleanno) e trovo andata a 8 euro e ritorno a 14 euro.Alla fine della prenotazione esce un errore,io mi dico “vabbè sarà un errore del sito,mò arriva la mail di conferma e voilà”. Invece non arriva niente.Il giorno dopo idem,controllo per curiosità i prezzi e sono drammaticamente abbassati,5 euro andata/ 11 euro ritorno.Il giorno dopo ancora non arriva nessuna mail,chiamo l’esperta del settore (mia cugina Anna ndr.) la quale afferma con convinzione che non essendo mai arrivata la mail di conferma (che é immediata) e non essendo stati manco toccati i $ la prenotazione non é stata mai fatta,quindi con lei al telefono che mi segue passo passo rifaccio il tutto.E nella disgrazia ho culo,in quanto all’andata c’erano 2 posti disponibili e pur di mollarli Ryanair li mollava a 1 CENTESIMO e quello di ritorno solo 4 posti disponibili a 7 euro.Checculo uagnù.Quindi dal 1/06 al 5/06 sarò in patria,grandi festeggiamenti -cioè un caffè ristretto e misero per tutti,che vi credete.

Meh per ora non c’é altro.

Stay well.

Read Full Post »