Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for agosto 2011

Saluti.

Sono quasi le due di notte,ma ho sentito il bisogno estremo di scrivere qualcosa.Per l’occasione,vorrei che i miei fantomatici quanto quasi inesistenti lettori vengano a conoscenza della mia personalissima idea di estate.

Estate in tenera età : é finita la scuola! Anche quest anno solo 8 e 9! Niente compiti tutti i giorni! Ok sì,lo so, però ho quelli estivi,ma posso rimandarli per due mesi e farli a settembre! Tanto tempo per giocare,anche se non mi alzo più alle 7 per andare a scuola,mi alzerò comunque presto perchè i cartoni li trasmettono solo in orari improponibili ma fa niente,sono contento perchè poi andrò al mare con la mia famiglia i cugini e gli zii,dove costruirò tanti castelli di sabbia che dureranno sì e no 5 minuti e poi crolleranno inesorabilmente dalle onde stronze o da piedi di ragazzini che corrono dietro a ragazzine (cosa ci troveranno mai in quelle,non si sa) o dai grandi che non mi vedono mai ma io ne costruirò subito un altro,poi starò tutto il tempo in acqua a giocare e divertirmi sul mio lettino! E le partite a biliardino,e quelle ai videogames,e quelle a ping pong,e anche se mi battono sempre fa niente,sono contento lo stesso!  Poi la sera si mangia insieme a casa dei nonni,dove giocheremo a nascondino con i cugini,io vengo perennemente sgamato e faccio sempre quello che deve cercare tutti e io odio farlo ma fa niente,io sono contento lo stesso perchè é estate! Vorrei che durasse tutto l anno,tre mesi sono sempre pochi!

Estate in non più tenera età : é finita pure per quest’anno! Che fatica minchia,però é andata dai. Inizio ad alzarmi un po’ più tardi,se si sapesse che guardo ancora i cartoni che figura ci faccio! Tuttavia sono costretto ad andare al mare con i miei,e sai che palle,se prima ingannavo il tempo a costruire castelli di sabbia adesso ho cambiato metodo:leggo libri. Non c’é più nessuno che distrugge o calpesta tutti i miei sforzi e sto comunque per conto mio.In acqua sono sempre sul lettino,anche se inizia a stancarmi gonfiarlo ogni volta ma vabbè.E sto lì steso come un pirla per ore,a guardare con praticamente zero discrezione quelle tizie tedesche che non mi calcolano per niente,se ne sono accorte che le fisso ma fanno finta di niente.Anzi,ora proprio parlano con il bagnino.Una agita pure il sedere -che improvvisamente sto iniziando ad apprezzare,é stata na cosa improvvisa,un’epifania.Prima non lo consideravo per niente,e ora PAM non si riesce a non fissarlo- . I miei tentativi di sembrare figo agli occhi di ste tizie sono miseramente falliti.Vedo loro due che ora corrono e il bagnino le insegue,correndo distrugge un castello di sabbia,e ho il deja vu di me in versione ancora più nanerottola di quanto lo sia adesso,con la stessa espressione di sconforto che avevo io anni fa,ed é la seconda epifania della giornata,ora capisco il perchè dei miei dubbi di qualche anno fa: il ragazzo insegue le ragazze unicamente per fissare senza essere sgamato i rispettivi culi,non può essere altrimenti.Gioco da solo ai videogames,per qualche minuto ho una misera soddisfazione almeno.Vorrei dire finalmente la giornata finisce,ma invece no,sono costretto a na serata con il parentado,dove non posso leggere perchè sarei maleducato,tanto meno giocare sennò sarei ridicolissimo.Estate.

Estate in età per niente tenera: fanculo é finita,cazzo l’ho scampata.Tre debiti ma sti cazzi,é estate!In questi tre mesi ci si spacca! Faccio colazione direttamente con il pranzo,vado al mare con gli amici e tentiamo di rimorchiare improbabili tizie,invitandole a giocare a pallavolo in acqua che magari ci scappa la toccata furba del culo di una tizia,non ho il tempo di leggere,la sera non ceno mai a casa,si va a ballare,mi ubriaco e rientro sfinito la mattina dopo alle 8,i miei li vedo a malapena a pranzo/cena/eventi parenteliari da cui non si può scappare però oh,se uno ste cose non le fa mò,quando le fa!? In estate!

Estate in vecchia età (aka my own summer) : é finito l inverno.Checcazzo,ora mi tocca sopportare sti tre mesi.Mi alzo in orari a volte decenti,a volte no,vado al mare con i miei perchè di frequentare spiagge con truzzi locali non ce la posso fare,davvero.Porto sempre con me scorte di libri (se ripenso che fino a qualche anno fa c’era una mia versione che andava tranquillamente in giro e NON LEGGEVA,cazzo che vergogna) ,mi isolo totalmente da quello che ho attorno anche se tanto non c’é granchè.Una spiaggia libera popolata solo da me,i miei e due famiglie di inglesi in vacanza,che io adoro perchè totalmente silenziosi e discreti.Non ho perso la mia voglia di buttarmi in acqua e stare totalmente steso,senza far niente,ma ho perso il mio lettino.Nel senso che mi scocciava troppo stare a gonfiarlo ogni volta,quindi é volato dritto dritto nel dimenticatoio.Dicevo,mi stendo in acqua e faccio il morto,e sarei capace di stare lì per ore,senza aver nessuno intorno,nel silenzio più totale (anche perchè ho le orecchie immerse,quindi che dovrei sentire non si sa ) se non fosse che ogni tanto dovrei uscire causa fame e mancanza ossessiva dal leggere libri.Chiaramente non ho voglia di giocare a niente,personalmente ucciderei a mani nude chi gioca a racchettoni,quindi ho già detto tutto.Tornato a casa torno a leggere,vedere film o in rari casi esco solo per vedere quelle pochissime persone con cui ho ancora il piacere di uscire,far due chiacchiere e (nella stragrande maggioranza dei casi) ascoltarle,perchè a quanto pare é l’unica cosa che so fare seriamente e davvero bene.La chiamano estate,io la chiamo strazio e tortura personale.

Ulteriori considerazioni.

Non ho mai capito il perchè dell’idea ormai totalmente comune,condivisa da tutti secondo la quale in estate uno si senta totalmente in diritto di fare le cose più folli.E di mostrarsi sempre,perennemente felice.Di ridere,scherzare,fare cazzate,sentirsi felici,conoscere gente,innamorarsi.Che tristezza,sapere di avere non solo tre mesi,ma l’intera esistenza per farlo,e ridursi a compiere tutte ste cose in un periodo di tempo tanto breve quanto inutile.Che poi,parliamone.

“Quest’estate mi spacco,la sconvolgo!” non é altro che una frase che racchiude una ripetizione di eventi totalmente (per la maggior parte delle persone,che non se ne accorge) insignificanti e quotidiani,come appunto ridere,scherzare,essere felici,ecc ecc,solo che in estate improvvisamente si rendono conto che questi momenti ESISTONO.Prima dell’estate é una vita piatta,monotona,poi improvvisamente PAM e la voglia di estate esplode. PERCHE’.

Perchè non fare in modo che sia sempre così,rendersi conto che abbiamo già tutto questo,e non estremizzare tutto quanto? Non so se sono stato chiaro.Noi umani siamo stupidi,abbiamo così tanto tra le mani,solo che ce ne accorgiamo a giugno,e a settembre ci scordiamo tutto quanto.Non c’é più voglia di ridere,fare cazzate,di botto diventano tutti tristi.Io sta cosa non l’ho mai capita, e credo che non la capirò mai. (piccola parentesi,che poi insomma,parliamone.possono essere diverse tra loro,ma tutte le estati sono simili.ci si ubriaca,si va a feste allucinanti,si conosce gente nuova,e alla fine lo si fa solo per sentirsi meno soli.é come se improvvisamente d’estate uno deve necessariamente circondarsi di gente sennò sta male,e non capisce che é tutta na finzione,un trovarsi insieme totalmente ipocrita e senza significato.avere relazioni umane di questo tipo é inutile,insensato e stupido)

Personalmente,io vorrei fosse sempre inverno.Non avere la fisima di uscire per forza,stare per forza con gente nuova,stare per forza con gente attorno in generale,non dover per forza trovare qualcosa di divertente da fare.Amo i mesi invernali perchè sono quelli in cui mi sento più libero,si può stare tranquillamente a casa se fa troppo freddo e non vedere nessuno,oppure rintanarsi in qualche locale unicamente con le amicizie più strette,accontentarsi di quello che uno ha (ed é tanto,le vere amicizie ormai sono sottovalutate) e non avere sto peso morto attaccato al collo che si fa chiamare estate che mi stressa.

Tuttavia ormai é finita,possiamo dirlo,abbiamo cantato la messa al morto.Pace all’anima sua,e speriamo torni il più lentamente possibile.

Amen.

Update delle 12.12 : sono stato indeciso fino all ultimo se pubblicare sta roba oppure no,alla fine mi son detto “massì,sti cazzi” per cui eccoci qua.Perdonatemi se dovessero esserci errori grammaticali vari o pensieri totalmente sconnessi,ho cercato di essere il più chiaro possibile,per quanto dare una certa logica ai miei pensieri illogici possa essere effettivamente un’impresa.Ho scritto tutto di getto (e credo che si veda) in modalità super scazzosa,era na cosa che dovevo fare prima o poi.Non temete miei fantomatici lettori,tornerò a scrivere cazzate a breve.Spero di non essere risultato troppo ridicolo o patetico,se così fosse beh oh che pretendete,perdonatemi,non sono uno scrittore.

Addii.

Read Full Post »